Il nostro aiuto per Haiti: padre Francisco ci scrive

padre Francisco – 17 dicembre 2021


Buongiorno soci dell’associazione ColorEsperanza.

Grazie per il vostro supporto di 10.000€. Alleghiamo un documento che spiega il progetto per Haiti che i gesuiti di Haiti vogliono realizzare con tutti i fondi ricevuti da tutto il mondo

( DÉPARTAMENTS

DU SUD ET DE LA GRANDE´ANSE D’HAÏTI)

.

Noi della Repubblica Dominicana abbiamo aperto una campagna per raccogliere fondi, cibo, acqua, medicine.
Tutto ciò che abbiamo ricevuto è stato inviato ad Haiti. I fondi economici sono già stati trasferiti sul conto dei gesuiti ad Haiti.

Seguiremo il progetto. Non abbiamo per ora ancora notizie che siano iniziati i lavori di costruzione delle case descritte nel progetto.

Siamo a disposizione per qualsiasi informazione.

Dio benedica la vostra generosità.

Padre Francisco Escolastico Hidalgo, sj
Santo Domingo
Repubblica Dominicana

Documento del progetto di ricostruzione

Il nuovo libro “Donne Favolose”, ispirato alle donne del murale dell’Open Air Museum “… Cernusco e un pò più in là”

E’ stato presentato al pubblico pochi giorni fà, il libro “Donne Favolose” , 14 favole ispirate alle donne coraggiose rappresentate nel murale del Open Air Museum , realizzato da Coloresperanza.


Durante il 2020 e 2021 l’associazione ColorEsperanza APS ha realizzato, per l’ Open Air Museum a Cernusco sul Naviglio in via san Francesco , in provincia di Milano, dal titolo “…Cernusco e un po’ più là”,

un dipinto, un grande murale dedicato alla storia e alle tradizioni della città, ma con uno sguardo sul mondo e su domande suscitate dai misteri dell’Universo.


Per saperne di piu’: clicca qui


Si ringraziano gli autori delle favole ,che gratuitamente, hanno offerto il loro prezioso contributo:

Ginevra Borgnis, 1992. Samurai al servizio della scrittura che ha fatto della passione per le storie una ragione di vita. Vive e scrive a Milano.

Alejandra Carreño, 1983, cilena, dottoressa in Antropología, professoressa universitaria e investigatrice. Vive e lavora in Cile.

Roberto Codazzi, 1980, educatore e cooperante. Vive e lavora in Italia col cuore in Repubblica Dominicana.

Alejandra Duarte, colombiana, docente di lingua e letteratura, ha un master in educazione.


Marco Erba, 1981. Insegnante di letteratura e scrittore. Vive e lavora in Italia.

Sara Genovesi, 1995. Laureata in Lettere moderne, famelica di storie e bulimica di parole. Scrive a Milano e riflette in Toscana.


Alyana Guidotti, nata nel 1996 in Illinois, è appassionata di studi internazionali, ha vissuto tra Ecuador, Repubblica Dominicana, Spagna e Stati Uniti.


Francesca Mambelli, 1992. Laureata in lettere e fondatrice di Kebab & Proust. Sopravvive e lavora in Italia.


Glenny Martínez López, 1997. Docente di lingua e letteratura. Vive e lavora in Repubblica Dominicana.


Alessandro Mauri, 1977, docente e consulente di storytelling. Vive e lavora in Italia.


Yonathan Michel Meza. Venezuelano, classe 1977, laureato in lettere ispaniche, docente di spagnolo in università e licei.


Lorena Moncada, classe 1984. Venezuelana, professoressa di lingua e letteratura ispanoamericana. Vive attualmente in Canada.


Yadira Pichardo, classe 1978. Nordamericana. Professoressa di inglese. Vive attualmente a Salcedo, Repubblica Dominicana.


Maria Elisabetta Ranghetti, 1977. Scrittrice e blogger. Vive e lavora in Italia.


Ana Luisa Reyes, classe 1994, docente e studiosa dei fenomeni sociali. Vive e lavora in Repubblica Dominicana.


Francesca Rossini, 1994. Lettrice che aspira a fare della scrittura il suo lavoro principale. Vive a Milano ma vuole girare il mondo.


Juani Sánchez, classe 1961. Spagnola, professoressa universitaria di neuroscienza e chimica a Santiago, Repubblica Dominicana.

Museo all’aperto – Open Air Museum, in fase di ultimazione : “… Cernusco e un po’ più in là! “, a Cernusco sN

Quadro Cascina Nibai e cascina Imperiale

Open Air Museum , Museo all’aperto:
” … Cernusco e un po’ più in là:

un’ idea di Coloresperanza nata qualche anno fà, entrata ora nella fase conclusiva della sua realizzazione:


un luogo della cultura facilmente fruibile da chiunque, in ogni momento, che si può incontrare in modo fortuito o perche’ voluto, al centro della città, piacevole da vedersi per adulti e bambini.

Il progetto si articola in differenti modalità, il cui cuore è il murale, realizzato sul muro concesso gentilmente in uso dal condominio di via san Francesco, a Cernusco sN.

Il murale, costituito da 23 quadri si sviluppa per oltre 100 metri:
realizzato in una strada centrale della città , diventa  l’ occasione per un viaggio speciale nel tempo e nello spazio.

E’ costituito da tre parti:

la parte più vicina a noi, al nostro vissuto quotidiano, Cernusco: guidati dalla storia e dalle tradizionisi incontrano alcuni  suoi monumenti, il Naviglio, il baco da seta, gli animali, le coltivazioni, le cascine, la cultura, lo sport, la solidarietà.

oltre la città, un po’ piu’ in là, in ambito internazionale: ai due lati estremi del muro vi sono volti di donne che si sono battute per i diritti, l’ambiente, la scienza e la giustizia nel mondo, ciascuno associato ad un fiore.

– e ancora un po’ piu’ in là, oltre il Pianeta: il quadro centrale, che raffigura il Sistema Solare coi pianeti Mercurio Venere Terra e la sonda spaziale Pioneer (lanciata nel 1972, con a bordo il messaggio di amicizia per eventuali civiltà nello spazio), suscita umiltà, ammirazione e domande a cui ognuno potrà cercare una sua risposta:
Chi e’ l’Uomo
, fatto si di intelligenza, di fantasia, di valori, di amore ma pur infinitamente piccolo rispetto alla vastità e al mistero dell’Universo? 
da dove veniamo? dove andiamo? perché?



Sui pilastri dei quadri del murale e’ presente la TARGA che riporta il titolo del quadro, chi e cosa vi e’ raffigurato e alcune curiosità storiche relative ( l’anno di costruzione del monumento, chi lo ha realizzato, chi e’ il personaggio, la sua storia personale ecc), diventa pertanto l’occasione di acquisire informazioni ma anche di appagare e stimolare nuove curiosità.

Attraverso il QR code, e’ possibile collegarsi direttamente, tramite il cellulare, al sito di Coloresperanza per l’approfondimento delle informazioni e dove presto sarà reso disponibile anche un audio costituito da una voce narrante con sottofondo sonoro realizzato da artisti del territorio.
Mentre si cammina sarà possibile quindi, oltre che osservare i vari quadri, ascoltare la colonna sonora col commento.

Inoltre, associato al murale, e’ in fase di conclusione da parte di Coloresperanza, un libro di favole, a cura di autori internazionali, dove ogni favola e’ dedicata a ciascuna delle figure femminili del murale.
Il titolo del libro sarà “Donne favolose”.
L’associazione lo donerà alle classi elementari delle scuole di Cernusco.

Un’ attenzione particolare ai bambini:

nei vari quadri del murale sono stati «nascosti» degli animali grandi e  piccoli, quale esempio di quanta diversità e bellezza esiste sulla Terra, in modo che i più piccoli possano divertirsi a scoprirli.

Il murale e’ stato realizzato grazie all’opera volontaria di giovani artisti, cittadini, adolescenti , bambini e associazioni sociali.

Museo all’aperto ” … Cernusco e un po’ piu’ in là:
un’ opportunità offerta a tutti gli abitanti
della città e non solo.

Una particolarità:
i tre puntini nel titolo prima della parola Cernusco lasciano la libertà ad ognuno di sostituiti con cio’ che piu’ gli aggrada:

passeggiando per Cernusco, camminando per Cernusco, gironzolando per Cernusco

il murale durante la sua realizzazione

il murale in completamento

11 anni dal terremoto di Port-Au-Prince, Haiti

Ouanaminthe: villaggio haitiano al confine con Dajabon (RD)

Il 12 gennaio 2010 un terremoto devastante colpiva la capitale di Haiti distruggendo completamente la città, portando via 316.00 vite e lasciando circa 2 milioni di senzatetto.

Da allora sono passati 11 anni, 4 presidenti (uno a interim), 3 missioni ONU, una epidemia di colera. Cosa è successo lo raccontiamo dettagliatamente nel libro
 HAITI: IL TERREMOTO SENZA FINE, edito da People.

In questi mesi la situazione politica e sociale sta collassando. Il presidente haitiano Jovenel Moïse, che governa senza parlamento dopo che i termini sono scaduti a gennaio senza che si tengano nuove elezioni, si trova ad affrontare crescenti interrogativi su quando, esattamente, terminerà il suo mandato presidenziale.


E Haiti sta ancora aspettando di trovare le forze e le risorse per ripartire.