The Last 20 – Milano 24-27 settembre 2021 PROGRAMMA

Programma degli eventi 24-27 settembre 2021
– The Last20

The Last 20 a Milano si svolgerà
dal 24 al 27 settembre 2021,
presso la Casa della Carità, a Milano,
(https://casadellacarita.org/) in via Francesco Brambilla 10
e presso East River (www.eastriver- martesana.it) in Via Jean Jaures 22.

.

Cosa e’ The Last 20?

Il comitato “The Last 20”, nato nel febbraio 2021, riunisce gli “L20”, i venti Paesi più “impoveriti” del nostro pianeta, in base alle statistiche internazionali sui principali indicatori socio-economici e ambientali. Sono i Paesi che più soffrono della iniqua distribuzione delle risorse, dell’impatto del mutamento climatico, delle guerre intestine, spesso alimentate dai G20.

I Paesi Last 20
Non si tratta di Paesi “poveri” ma piuttosto “impoveriti” da sfruttamento coloniale, guerre e conflitti etnici, catastrofi climatiche.
Sono ben più di 20 ma simbolicamente abbiamo scelto:
Afghanistan, Burkina Faso, Burundi, Repubblica Centrafricana, Ciad, Repubblica Democratica del Congo, Eritrea, Etiopia, Gambia, Guinea Equatoriale, Guinea Bissau, Haiti, Libano, Liberia, Malawi, Mali, Mozambico, Niger, Sierra Leone, Somalia, Sud Sudan e Yemen.

.

L’evento “The Last 20” è promosso da:

Comune e Città metropolitana di Reggio Calabria, Federazione delle diaspore africane in Italia, Focsiv (Federazione Organismi Cristiani Servizio Internazionale Volontario), Fondazione Terres des Hommes (Italia), ITRIA (Itinerari turistico-religiosi interculturali accessibili), Mediterranean Hope, Re.Co.Sol. (Rete Comuni solidali), Rete azione TerrÆ, Fondazione Casa della Carità “A. Abriani” (Milano), Parco Ludico Tecnologico Ecolandia, Net Scarl.

In collaborazione con:

Agorà Abitanti della Terra, CEI (Ufficio nazionale turismo, sport e tempo libero), C.I.R.P.S (Centro Interuniversitario di Ricerca per lo Sviluppo sostenibile), Comune di Agnone, Comune di Castel del Giudice, Eastriver Asd Aps, Diocesi di Campobasso e Trivento, Diocesi di Sulmona, Diocesi di Termoli e Larino, Fondazione Giovanni Paolo II, Italia Bayti (Muslim Friendly Hospitality), Parco Culturale De Finibus Terrae, WHAD (World Halal Devolpment), Villaggio della Pace.

ColorEsperanza Aps ha aderito.

Raccolta fondi per Haiti attiva dal 23 08 2021

Raccolta fondi per terremoto Haiti

attivato il 23 08 2021
aggiornato al 23 09 2021


raccolto: 7400

donazioni: 34

Codice IBAN:
Coloresperanza
IT 98 O 0845332881 000 000 045411 
(BCC Milano – filiale Cernusco sul Naviglio piazza Ghezzi intestato a Associazione ColorEsperanza).
Causale: raccolta fondi haiti + nome cognome + mail

Inoltre ricordati di mandare una mail a associazionecoloresperanza@gmail.com con i tuoi riferimenti e il tuo codice fiscale per avere la ricevuta detraibile dalla dichiarazione dei redditi 2022.

Attenzione:
ci sono giunte delle donazioni ove nella causale e’ indicata la mail forse errata: purtroppo in questo caso non siamo in grado di raggiungervi. Vi preghiamo di contattarci tramite una mail ( indirizzata ad associazionecoloresperanza@gmail.com) in modo da avere il vostro indirizzo corretto e potervi raggiungere. Grazie

“Donne Favolose” , il nuovo libro pensato da Coloresperanza, sarà pubblicato il 23 settembre 2021.

Durante il 2020 e 2021 la nostra associazione, ColorEsperanza , ha dipinto un grande murale a Cernusco sul Naviglio, in provincia di Milano, dal titolo “…Cernusco e un po’ più là” , parte fondamentale dell’ Open Air Museum, dedicato alla storia e alle tradizioni della città, ma con uno sguardo sul mondo e su domande suscitate dai misteri dell’Universo.

.

Si focalizza in particolare su 16 donne di tutto il mondo che si sono messe in gioco per migliorare la società in cui vivono o hanno vissuto. 16 volti che incrociano gli sguardi dei passanti e le bambine e i bambini che si recano alla vicina scuola.

.

Questo murale, e la voglia di far conoscere ai più giovani la vita e i valori di queste donne, ci hanno spinti a creare questo volume dove le nostre eroine diventano capre, tartarughe o farfalle, gli animali vivono in società molto simili a quelle umane e le biografie diventano favole.

.

Autrici e autori sono amici che provengono da culture e mondi molto distanti, dall’America Latina, dagli Stati Uniti, dalla Spagna e, naturalmente, dall’Italia.

.

Il risultato è un volume pensato per i bambini della scuola primaria composto da favole scritte con stili diversi, tutte orientate a far assaporare un po’ di quel gusto per la libertà, la giustizia, la ricerca, l’altruismo che ha animato la vita di queste donne.

.

Ringraziamo il nostro vicepresidente, Roberto Codazzi, per aver coordinato il progetto, tradotto le favole e scritto le piccole biografie e coloro che hanno collaborato e sostenuto il progetto di poter distribuire gratuitamente il libro nella scuola primaria di Cernusco, Bellinzago e Inzago.

.

Il libro sarà presto nelle librerie, edito da Porto Seguro editore

Venerdi 17 Settembre 2021 dalle ore 18,30 , aperi-cena e incontro con Coloresperanza: parleremo di Haiti , dei progetti sociali in Repubblica Dominicana e molto altro.

Ciao a tutti,
dopo questa ” lunga pausa” abbiamo pensato che potesse fare piacere incontrarci di persona e poi  raccontarci come procedono le attività, i  vari progetti di sostegno attivati ed  in cantiere dell’associazione.

Siamo invitati  Venerdi 17 settembre 2021 dalle  18,30,  per un aperi-cena all’aperto se il tempo lo permette, verso le 19,30, che abbiamo concordato a 7 €, Villa Fiorita, Via Guido Miglioli, Cernusco sN.
Per motivi organizzativi ci e’ gradita la conferma entro martedi 14.


Ovviamente occorre essere in regola con le disposizioni ministeriali, mascherina, green pass ecc
.
Siamo impazienti di incontrarvi numerosi e  tutti in buona salute.


ps:
Per chi non l’avesse ancora fatto nel 2021, ci sarà la possibilità di rinnovare la tessera di socio (10€).

Ci saranno anche i libri su Haiti e
la possibilità, per chi vuole, di contribuire alla raccolta che abbiamo attivato per il terremoto di Haiti.

Attivata la raccolta fondi per il terremoto di Haiti del 14 agosto 2021

Il 14 agosto 2021 Haiti è stata colpita da un fortissimo terremoto di magnitudo 7,2 Richter che ha portato gravi danni nel sud del paese.

ColorEsperanza ha lanciato una campagna di raccolta fondi per aiutare le persone rimaste ferite e per sostenere la ricostruzione.


I fatti:


Il 14 agosto 2021 molte scosse di terremoto hanno colpito la penisola Tiburon a sud della capitale Port-Au-Prince. Si tratta di una zona rurale dove oltre il 60% della popolazione vive in povertà estrema. Attualmente si contano più di 2.200 vittime, oltre 12.000 feriti, mentre ci sono ancora circa 400 dispersi. Più di 50.000 case sono state completamente distrutte e oltre 80.000 seriamente danneggiate, 20 scuole sono crollate e circa un’ottantina non sono più utilizzabili.

Chiese, ospedali, alberghi e le altre principali costruzioni sono danneggiati o distrutti. oltre 650.000 persone si trovano in situazione di vulnerabilità.
Nei giorni successivi la tormenta tropicale Grace ha portato forti piogge che hanno obbligato ad interrompere gli interventi di ricerca.
Haiti si trova nel mezzo di una grave crisi politica istituzionale e sociale con l’assassinio del presidente Moise il passato 7 luglio, la cancellazione delle elezioni e la presenza di molte bande armate che controllano, di fatto, vari punti del paese.


La raccolta fondi:


ColorEsperanza ha deciso di attivare una raccolta fondi di emergenza per poter sostenere le famiglie colpite dal sisma attraverso una rete di organizzazioni locali coordinate dai gesuiti haitiani.
Non ci sarà personale espatriato e il 100% delle donazioni verrà devoluto. Tutte le spese di gestione della campagna sono a carico di ColorEsperanza.
Le donazioni sono deducibili nella dichiarazione dei redditi.

ColorEsperanza riferirà puntualmente rispetto a quanto raccolto e alla destinazione dei fondi sul proprio sito www.coloresperanza.it


I nostri partner:


I nostri referenti sono le organizzazioni della società civile, della diaspora haitiana, di gruppi e movimenti sociali che si sono riuniti nella rete “Mano a mano con Haiti – Men nan Men ak Ayiti” coordinati dai gesuiti.
Abbiamo già collaborato con loro in occasione del terremoto del 2010 e abbiamo ricevuto sempre una puntuale rendicontazione delle attività svolte e delle spese sostenute, conosciamo direttamente molte delle persone che stanno coordinando la rete e questo ci fornisce tranquillità rispetto alla gestione dei fondi.
Potete trovare la presentazione della rete su Instagram: https://www.instagram.com/manoamanoconhaiti/ .
I gesuiti haitiani sono già presente sul territorio e conoscono la zona colpita dal terremoto nella quale svolgono da anni attività sociale e comunitaria.
Sono per noi una garanzia in termini di gestione delle risorse e di coinvolgimento delle realtà locali che permettono di raggiungere anche le aree normalmente lasciate ai margini. In questi giorni stanno realizzando una distribuzione di generi di prima necessità e, in coordinamento con le istituzioni haitiane, individuano le situazioni di famiglie più bisognose di aiuto.
Nel medio periodo aiuteranno nella ricostruzione e nell’assistenza agli orfani e ai feriti sia nel sud che a Port-Au-Prince.


Come donare:


E’ possibile donare tramite un bonifico bancario sul conto di ColorEsperanza, inviando poi una mail a info@coloresperanza.org con i propri dati, residenza e codice fiscale per poter avere la ricevuta da utilizzare al momento della dichiarazione dei redditi 2022 ( per usufruire della detrazione del 30%).



IBAN del conto corrente intestato a Associazione ColorEsperanza:


IT 98 O 0845332881 000 000 045411 


BCC MIlano- Cernusco sN


Causale: Donazione terremoto
, vostro nome cognome, mail



PS:


per chi volesse saperne di più rispetto ad Haiti consigliamo la lettura dei libri:

“Haiti: l’isola che non c’era” (2011) e
“Haiti: il terremoto senza fine” (2020)
curati da ColorEsperanza e disponibili nelle librerie e nei negozi on line.
Si possono trovare anche presso l’associazione.

foto: terremoto di Haiti- La Stampa

14 Agosto 2021: Terremoto ad Haiti , 11 anni dopo quello del 2010.

Il 14 agosto 2021, un terribile terremoto, epicentro a l’Asile 7.2 gradi Richter, ha colpito di nuovo Haiti , a quasi 11 anni dal precedente.
Ad oggi i morti sono 2200, 15.000 feriti, 650.000 persone coinvolte.

In Repubblica Dominicana si sono attivati gruppi a sostegno della popolazione haitiana come :
Mano a Mano con Haiti

Stiamo attivando una raccolta straordinaria per Haiti.


( Haiti: repubblica semipresidenziale, 27.700 Km quadrati, 10.800.000 abitanti , capitale Port-au-Prince.
Dimensione paragonabile alla Lombardia: 23.000 Km quadrati con 9.900.000 abitanti)

Nella foto : l’isola di Ispanola con Haiti a sinistra e Repubblica Dominicana a destra , l’isola si trova a 50 km da Cuba. In rosso e’ indicata la posizione delle faglie.

Nella foto : e’ indicato l’epicentro del 14 agosto 2021, a l’Asile 7.2 gradi Richter.

Attivato il progetto di rilancio dell’artigianato di One’ Respe’

Attivato il progetto di artigianato delle candele con One’ Respe’

Repubblica Dominicana: nei mesi scorsi , grazie ad un generoso contributo da parte di un nostro Socio, Fabio, che ringraziamo con affetto con tutta la sua famiglia , Coloresperanza ha sostenuto il progetto di rilancio del laboratorio di candele, ideato da One’ Respé , una ONG che opera nelle scuole primarie e nelle baraccopoli di Santiago e di Santo Domingo con cui abbiamo contatti da anni.
Il progetto consiste nel rilanciare le attività realizzative delle candele ornamentali, dando lavoro a persone delle baraccopoli e nella commercializzazione delle stesse sul territorio nazionale , attraverso un kit di presentazione delle candele, importante per permettere di allargare la base di conoscenza del prodotto e quindi i volumi di vendita. I proventi dell’attività serviranno, oltre che a garantire posti di lavoro anche per sostenere le attività della ONG.
Coloresperanza crede fermamente che sostenere i progetti che nascono sul posto, sia la garanzia migliore di successo e di sostenibilità.
Un grande augurio a Onè Respè di sviluppo e di successo.
Nella foto: il momento della consegna del kit di candele ornamentali, da parte di Natacha la presidente di Onè Respè, a destra, alla nostra socia Montse, che vive a Salcedo.

Museo all’aperto – Open Air Museum, in fase di ultimazione : “… Cernusco e un po’ più in là! “, a Cernusco sN

Quadro Cascina Nibai e cascina Imperiale

Open Air Museum , Museo all’aperto:
” … Cernusco e un po’ più in là:

un’ idea di Coloresperanza nata qualche anno fà, entrata ora nella fase conclusiva della sua realizzazione:


un luogo della cultura facilmente fruibile da chiunque, in ogni momento, che si può incontrare in modo fortuito o perche’ voluto, al centro della città, piacevole da vedersi per adulti e bambini.

Il progetto si articola in differenti modalità, il cui cuore è il murale, realizzato sul muro concesso gentilmente in uso dal condominio di via san Francesco, a Cernusco sN.

Il murale, costituito da 23 quadri si sviluppa per oltre 100 metri:
realizzato in una strada centrale della città , diventa  l’ occasione per un viaggio speciale nel tempo e nello spazio.

E’ costituito da tre parti:

la parte più vicina a noi, al nostro vissuto quotidiano, Cernusco: guidati dalla storia e dalle tradizionisi incontrano alcuni  suoi monumenti, il Naviglio, il baco da seta, gli animali, le coltivazioni, le cascine, la cultura, lo sport, la solidarietà.

oltre la città, un po’ piu’ in là, in ambito internazionale: ai due lati estremi del muro vi sono volti di donne che si sono battute per i diritti, l’ambiente, la scienza e la giustizia nel mondo, ciascuno associato ad un fiore.

– e ancora un po’ piu’ in là, oltre il Pianeta: il quadro centrale, che raffigura il Sistema Solare coi pianeti Mercurio Venere Terra e la sonda spaziale Pioneer (lanciata nel 1972, con a bordo il messaggio di amicizia per eventuali civiltà nello spazio), suscita umiltà, ammirazione e domande a cui ognuno potrà cercare una sua risposta:
Chi e’ l’Uomo
, fatto si di intelligenza, di fantasia, di valori, di amore ma pur infinitamente piccolo rispetto alla vastità e al mistero dell’Universo? 
da dove veniamo? dove andiamo? perché?



Sui pilastri dei quadri del murale e’ presente la TARGA che riporta il titolo del quadro, chi e cosa vi e’ raffigurato e alcune curiosità storiche relative ( l’anno di costruzione del monumento, chi lo ha realizzato, chi e’ il personaggio, la sua storia personale ecc), diventa pertanto l’occasione di acquisire informazioni ma anche di appagare e stimolare nuove curiosità.

Attraverso il QR code, e’ possibile collegarsi direttamente, tramite il cellulare, al sito di Coloresperanza per l’approfondimento delle informazioni e dove presto sarà reso disponibile anche un audio costituito da una voce narrante con sottofondo sonoro realizzato da artisti del territorio.
Mentre si cammina sarà possibile quindi, oltre che osservare i vari quadri, ascoltare la colonna sonora col commento.

Inoltre, associato al murale, e’ in fase di conclusione da parte di Coloresperanza, un libro di favole, a cura di autori internazionali, dove ogni favola e’ dedicata a ciascuna delle figure femminili del murale.
Il titolo del libro sarà “Donne favolose”.
L’associazione lo donerà alle classi elementari delle scuole di Cernusco.

Un’ attenzione particolare ai bambini:

nei vari quadri del murale sono stati «nascosti» degli animali grandi e  piccoli, quale esempio di quanta diversità e bellezza esiste sulla Terra, in modo che i più piccoli possano divertirsi a scoprirli.

Il murale e’ stato realizzato grazie all’opera volontaria di giovani artisti, cittadini, adolescenti , bambini e associazioni sociali.

Museo all’aperto ” … Cernusco e un po’ piu’ in là:
un’ opportunità offerta a tutti gli abitanti
della città e non solo.

Una particolarità:
i tre puntini nel titolo prima della parola Cernusco lasciano la libertà ad ognuno di sostituiti con cio’ che piu’ gli aggrada:

passeggiando per Cernusco, camminando per Cernusco, gironzolando per Cernusco

il murale durante la sua realizzazione

il murale in completamento