“Appoggio all’inclusione di studenti diversamente abili nel sistema educativo formale” un progetto di ColorEsperanza, sostenuto dall’ 8xmille della Tavola Valdese

da Giornale infollio:

ColorEsperanza in aiuto di bambini dominicani diversamente abili

Grazie ai fondi dell’8×1000, la Tavola Valdese ha finanziato un progetto dell’associazione cernuschese ColorEsperanza, che verrà realizzato in Repubblica Dominicana, nella Provincia Hermanas Mirabal.
Si chiamerà “Appoggio all’inclusione di studenti diversamente abili nel sistema educativo formale”, ha preso il via proprio in questi giorni e avrà una durata annuale ( 2022 – 2023).

L’iniziativa si inserisce in un processo di sviluppo locale che dal 2007, grazie al Centro di Attenzione alla Diversità, ha permesso che tutti i bambini, a prescindere dalla loro situazione specifica, fossero accettati dal sistema educativo pubblico.

«Nel corso degli anni, anche grazie al lavoro di alcune nostre volontarie» spiegano i responsabili di ColorEsperanza, «sono sorte nei Comuni della provincia quattro scuole di sostegno alla diversità, che permettono di lavorare sul tema dell’autonomia e dell’integrazione. In questo contesto il progetto rafforza e integra il processo di apprendimento principalmente attraverso tecniche ludiche.
E grazie a una strategia di coinvolgimento delle famiglie, delle scuole e della società, si favorirà una maggior autonomia, una maggior inclusione sociale e una maggiore sensibilità della società alle tematiche dell’inclusione».
Saranno un centinaio i bambini diversamente abili interessati, insieme alle loro famiglie e agli educatori.
Verrà data un’assistenza diretta con sessioni educative specifiche di carattere ludico tre volte alla settimana, si realizzeranno incontri con i loro genitori che riceveranno anche visite domiciliari e a quest’ultimi si offrirà l’assistenza di una psicologa specializzata nell’inclusione e di una esperta in ricreazione e Shiatsu. Si formeranno le educatrici e educatori delle scuole pubbliche per l’adozione di pratiche inclusive in aula, si promuoverà un cambio culturale volto a superare i pregiudizi verso il diverso con incontri sociali, attività ricreative d’integrazione e la produzione di materiale educativo.

Il progetto ha un valore di oltre 32mila euro di cui 21mila e 800 coperti dal contributo della Tavola Valdese, mentre 7mila euro verranno corrisposti dal partner dominicano e 3mila e 500 saranno a carico di ColorEsperanza, che però ha già ricevuto comunicazione da una famiglia cernuschese disposta a farsi carico di questa quota.

un momento di animazione nel Centro di attenzione alla Diversità

25 Novembre, giornata contro la violenza sulle donne : la serata a Cologno

25 Novembre – giornata contro la violenza sulle donne, manifestazine a Cologno

Una serata densa di testimonianze , canti, letture , ieri sera a Cologno.

Presenti tante organizzazioni oltre ad un pubblico attento e partecipe.

Presente anche la vice console dominicana Delia Garcia , conterranea delle Hermanas Mirabal , donne uccise nel 1960 , a cui e’ intitolata la giornata mondiale.

Roberto, per Coloresperanza, ha parlato del libro Donne Favole , di cui sono state lette quattro favole, spiegandone le motivazioni pedagogiche, finalizzate a far conoscere ai bambini , attraverso il linguaggio delle favole che loro possono comprendere, la vita di donne coraggiose, spesso vittime di violenza.

25 Novembre: giornata contro la violenza sulle donne- Incontro Donne Favolose a Cologno Monzese

Venerdi 25 Novembre 2022 ore 21

Incontro a Cologno Monzese, palazzo comunale , Sala Pertini.
in concomitanza della Giornata mondiale per l’eliminazione della violenza sulle donne.

Partecipano Codazzi Roberto , coro Note in Libertà, Delia Garcia , viceconsole della Repubblica Dominicana.

“Farfalle e Libertà” : nuovo libro di ColorEsperanza dedicato alle Sorelle Mirabal – 25 novembre: giornata per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Farfalle e Libertà : libro illustrato per parlare ai bambini

Patria, Minerva e Maria Teresa Mirabal sono state tre sorelle nate in Repubblica Dominicana che, a causa del loro impegno politico contro la dittatura, sono state uccise il 25 novembre 1960 su ordine del tiranno Rafael Trujillo.La data del loro omicidio è diventata la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.
Come raccontare questa vicenda a bambini della scuola dell’infanzia?
Ci abbiamo provato trasformando la loro vita in una favola, di quelle ambientate nei boschi e in cui gli animali parlano, e l’abbiamo illustrata con bellissimi acquarelli.
Il libro ha il testo in italiano e spagnolo (la lingua delle sorelle Mirabal), l’introduzione del poeta e ambasciatore dominicano in Italia, Tony Raful e delle schede che raccontano dov’è la Repubblica Dominicana, la vita delle sorelle Mirabal e la storia del fiore a loro dedicato scoperto a pochi metri dalla loro casa natale.
Il testo, promosso dall’associazione ColorEsperanza, ha la storia firmata dalla docente dominicana Ana Luisa Reyes con adattamento e traduzione di Roberto Codazzi, illustrazioni di Fiorella Frezza e schede tecniche di Stefano Zanni, edizioni Porto Seguro.
Dal 25 novembre sarà disponibile sulle varia piattaforme di vendita on line e per la prenotazione in libreria.

Un nuovo progetto in Repubblica Dominicana, sostenuto col finanziamento della Tavola Valdese

Siamo felici di informarvi che siamo stati scelti dalla Tavola Valdese, a seguito della partecipazione a un bando , per sviluppare il Progetto:
Appoggio all’inclusione di studenti diversamente abili nel sistema educativo formale e sviluppo della loro autonomia
in Repubblica Dominicana , a Salcedo , per un importo di   21.805,00 €

Nei prossimi articoli avremo modo di illustrare nei dettagli il contenuto del progetto e i tempi realizzativi

.

.

.

Estratto dal sito della Tavola Valdese:

Progetti approvati  nel 2022

Le risorse destinate quest’anno all’Unione delle chiese metodiste e valdesi ammontano a circa 47 milioni, di cui 45 milioni già assegnati, si riferiscono alla dichiarazione dei redditi 2019 (e quindi ai redditi 2018) e corrispondono a 570.007 firme (il 3,3% del totale delle scelte espresse dai contribuenti).

I fondi saranno utilizzati per finanziare 450 progetti all’estero e 1107 progetti in Italia in ambito educativo, umanitario, socio-sanitario e culturale, per un totale di 1557 progetti.

Guardando all’Italia, il maggior numero dei progetti sostenuti ricade nella categoria “Miglioramento delle condizioni di vita di soggetti affetti da disabilità fisica e mentale”, che ammontano a un 21% del totale dei progetti finanziati. Fra questi, molti riguardano il tema del “dopo di noi”, oggi particolarmente sentito; segue la categoria della “Promozione del benessere e della crescita di bambini/e e ragazzi/e”, con un 17% del totale; poi le “Attività culturali”, al 16%Contrasto alla povertà, disagio sociale e precarietà lavorativa (9%), Tutela della salute (8%), Accoglienza rifugiati e migranti (7%), Prevenzione e contrasto alla violenza di genere (7%), Recupero detenuti ed ex detenuti (4%), educazione alla cittadinanza (4%), Tutela dell’ambiente (4%), Anziani (3%).

I progetti internazionali sono così ripartiti: interventi sanitari e di tutela della salute (19%), educazione (19%), protezione dell’infanzia (12%), formazione professionale e attività generatrici di reddito (11%), diritti umani (9%), sviluppo rurale e sicurezza alimentare (9%), promozione ruolo delle donne e uguaglianza di genere (9%), aiuti umanitari in emergenza (5%), accesso all’acqua e all’igiene (3%), lotta alla malnutrizione (3%), tutela dell’ambiente (1%).

La maggior parte dei progetti approvati si concentra in Africa e Medio Oriente ma anche America latina.

Campamento de Verano – Campo estivo per bambini disabili: un progetto sostenuto da Coloresperanza a Salcedo, Repubblica Dominicana

Questa estate abbiamo sostenuto un progetto di attività di socializzazione in Salcedo,Tenares,Villa Tapia , in Repubblica Dominicana , a sostegno dei bambini con disabilità.

Di seguito le note che ci hanno inviato dal Centro de atencion a la Diversidad, di Salcedo:


Quest’anno 2022 abbiamo costituito una grande squadra , è stato possibile, dopo la pandemia COVID 19, riprendere il campo estivo “Avventure nella Diversità , Esplorando insieme”.
Sono stati selezionati 150 partecipanti fra gli studenti della “Scuola di appoggio alla diversità”, altri docenti del centro e alcuni amici dei partecipanti, dal 1 al 15 agosto.

Oltre agli obiettivi stabiliti per il campo, quest’anno è stato aggiunto un programma che promuove il divertimento e la ricreazione, la condivisione e la creazione di nuove amicizie, importante dopo la pandemia.

Promuovere un ambiente di sana convivenza, attraverso la realizzazione di attività dinamiche e divertenti in ambienti naturali, valorizzando nei bambini lo sviluppo delle loro abilità e abilità, è l’obiettivo generale stabilito per questo campo.

Inoltre:

  • Promuovere la socializzazione e l’interazione di tutti i bambini con bisogni specifici di supporto educativo associati o meno alla disabilità in un ambiente di ricreazione e accettazione della diversità.
  • Coinvolgere i partecipanti in attività che rafforzino la loro autostima scegliendo, decidendo e sviluppando capacità di espressione e creazione artistica adeguate ad ogni età; condividere la loro esperienza con altri bambini godendo del lavoro di squadra.
  • Fornire tecniche e conoscenze pratiche attraverso la realizzazione di attività divertenti e costruttive che permettano loro di acquisire nuove competenze e abilità.
  • Sensibilizzare bambini e adolescenti ad acquisire competenze e comportamenti positivi, promuovendo valori e condivisione in spazi di amicizia.

A causa della carenza di personale è stato necessario avere un team esterno di volontari e collaboratori, per lo più composto da studenti del Liceo Scientifico Medico Miguel Canela Lázaro e insegnanti di Educazione Fisica dei centri educativi della provincia , che sono stati un grande supporto.

Sono state sviluppate due intense settimane di attività che hanno offerto ai partecipanti diverse escursioni nella provincia e una a Santo Domingo, una giornata d’arte con diversi workshop simultanei, una giornata sportiva, tra le altre attività interessanti.

Ogni giornata quotidiana è stata caratterizzata dalla partecipazione e dalla dedizione  di tutti i soggetti coinvolti, sono stati giorni di grande divertimento, gioia nei volti dei partecipanti e soddisfazione delle famiglie.  
C’è stata  un’ottima presenza, integrazione e responsabilità delle famiglie.

È stato proposto che questo programma rimanga come un esempio per essere migliorato ogni anno, allo stesso modo in cui verrà costituita una commissione responsabile dell’organizzazione del campo.

Quest’anno si è percepito un punto di forza nel sostegno delle istituzioni che, insieme al contributo di ColorEsperanza, hanno permesso di svolgere l’attività coprendo l’intero budget con i loro contributi.

Le risorse ricevute da ColorEsperanza sono state destinate a coprire parte del pranzo, il supporto per il trasporto e l’acquisto di materiali per le attività.

Grazie mille a ColorEsperanza , Elena, direttrice CAD

Haiti: la situazione e’ completamente fuori controllo : bande armate , violenza, distruzione

LINK:

Cosa sta succedendo ad Haiti
Missione internazionale ad Haiti

Tra le proposte del Segretario Generale ONU Guterres: il rapido dispiegamento di una forza armata ad azione rapida, composta da personale militare di una o più nazioni straniere, per aiutare la Polizia Nazionale.

Da metà settembre, una potente coalizione di bande pesantemente armate, guidata da un ex poliziotto, ha bloccato l’accesso al principale terminal di rifornimento di carburante, ai porti marittimi e alle strade di Haiti.

Leggi tutto

Martedi 31 Maggio 2022- Visita al Museo/Murale delle classi 5° della scuola Rita Levi Montalcini e della 1° media Margherita Hack – Cernusco

Martedi 31 maggio 2022

Visita guidata al Museo per la 5° primaria della scuola Rita Levi Montalcini e per la 1° media della scuola Margherita Hack di Cernusco.

Mattinata interessante e partecipata dove gli alunni di 1° media hanno potuto raccontare le loro conoscenze apprese a scuola ed approfondire la storia di Cernusco e la vita di donne coraggiose che hanno lasciato un segno positivo nella società.